Assemblea di Ateneo dottorandi-assegnisti-specializzandi dell’Università di Pisa

18 03 2013

Cari dottorandi, cari assegnisti, cari specializzandi

come forse alcuni di voi sanno, da alcuni mesi si riunisce un’assemblea in cui si discute delle problematiche relative alle nostre componenti in Ateneo. Fino ad oggi ci siamo occupati soprattutto di stabilire una linea di intervento comune e ragionata all’interno dei Consigli di Dipartimento, ma anche di vertenze “sindacali”, come i problemi con i pagamenti delle borse o le difficoltà burocratiche incontrate da chi intendeva partecipare al TFA.

Recentemente stiamo cercando di ottenere di poter partecipare come uditori alle commissioni Personale e Ricerca del nostro Ateneo. La carica non prevede diritto di voto, ma sarebbe bene, soprattutto in questo momento, che il confronto all’interno della nostra componente fosse più serrato, per poter stabilire dei punti condivisi su cui lavorare all’interno di queste commissioni e per valutare l’opportunità di iniziative pubbliche.

In particolare, nella commissione Ricerca è attualmente in discussione il nuovo regolamento di Ateneo sul Dottorato di Ricerca resosi necessario in seguito al nuovo decreto del ministro Profumo. Uno dei punti della bozza del nuovo regolamento sul quale soprattutto ci piacerebbe avviare una discussione è quello dei posti senza borsa: nonostante il decreto ministeriale preveda che «l’ammissione al dottorato comporta un impegno esclusivo e a tempo pieno», il nostro regolamento continuerebbe a mantenere la possibilità di bandire posti senza borsa con l’obbligo del pagamento delle tasse universitarie. A prescindere dai punti di vista particolari, crediamo che questo orientamento dell’Ateneo riguardi in generale tutti noi perché perpetra quell’ambiguità che caratterizza la posizione accademica del dottorando, costantemente in bilico tra lo status di studente e quello di ricercatore, in palese contraddizione con la Carta europea dei diritti del Ricercatore.

Nella commissione Personale è invece all’ordine del giorno una pianificazione sui reclutamenti, a fronte dei numerosi pensionamenti previsti da qui al 2015 e della disponibilità di alcuni punti budget da investire in questo settore. A Pisa dal 2010 il reclutamento con fondi di ateneo è completamente bloccato e ci pare sia evidente che questo comporti un enorme impoverimento culturale per la nostra Università, oltre che un dramma personale per decine di giovani ricercatori. Pensiamo sia quindi fondamentale avere voce in capitolo in questa pianificazione, perché i fondi che oggi sono a disposizione siano investiti per garantire una ricerca di qualità nella nostra università e un futuro lavorativo a noi giovani.

Per discutere di questi temi così cruciali per il nostro futuro vi invitiamo a partecipare all’assemblea di Ateneo che si terrà giovedì 21 marzo alle 18.15 presso il Polo Carmignani.

Saranno discussi i seguenti punti all’ordine del giorno:

  • Designazione dei dottorandi/assegnisti uditori in senato accademico e nelle commissioni personale e ricerca
  • Nuovo regolamento di ateneo per il dottorato di ricerca
  • Politiche dell’Ateneo in merito al reclutamento
  • Indennità di disoccupazione

Assemblea dottorandi e assegnisti UniPi

Per iscrivervi alla mailing list dell’Assemblea dei dottorandi e degli assegnisti potete scrivere all’indirizzo rappresentantidipartimenti@di.unipi.it


Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: